Le reti gas tornino alla Città e ATM non svenda il ramo servizi

Questa vendita è a parer nostro di dubbia regolarità – dice Fabio Morreale, della Lista Civica Nuova Tortona – che non tutela affatto né i dipendenti né le tariffe, diventando di conseguenza un’incognita, un pericolo e un danno per l’intera cittadinanza. La nostra speranza è che il possesso delle reti del gas possa tornare in capo al Comune e soprattutto che ATM come azienda continui a esistere, in quanto è una società molto ben strutturata, con ampi e solidi requisiti per partecipare a gare pubbliche e con un know-how di estrema professionalità e di difficile raggiungimento”.

morreale-I

Fabio Morreale

“Con la solita leggerezza e poca democrazia, la giunta Berutti vuole a tutti i costi liberarsi di ATM, anche svendendola con trattativa privata per poche decine di migliaia di euro. Un atto che andrebbe a distruggere per sempre la capacità imprenditoriale del Comune di Tortona.”

“Noi tutti auspichiamo vivamente che tutto ciò venga evitato e fermato e la nostra Lista Civica farà tutto il possibile al fianco della cittadinanza per raggiungere questo scopo. Anzi, auspichiamo che le altre forze civiche e politiche di buon senso non restino inermi, ma in modo costruttivo ed efficace si uniscano a noi e alla Cittadinanza per evitare che venga portata a termine la vendita del ramo d’azienda Multiservizi. Ci auguriamo inoltre che nell’interesse della Città e in nome della legalità, le reti del gas tornino in capo alla Città di Tortona. Questo inizio deve essere visto e vissuto come una luce di speranza che ci consenta di ricostruire la solida Tortona del passato, una Tortona che aveva una propria dignità, autonomia ed autorevolezza, qualità che in questi ultimi anni, causa il mal governo, sono state perdute a discapito dei Tortonesi”.